Senza categoria

Scende in campo Luca Palamara: “Mi candido, guardo al centrodestra”

Scende in campo Luca Palamara: “Mi candido, guardo al centrodestra”


di Huffpost, 23 Luglio 2022 alle 12:42

“Mi candido alle elezioni del 25 settembre. Chi saranno i nostri interlocutori politici? Io penso che questo sia un tema che storicamente ha interessato il mondo del centrodestra. Ma non solo. Penso che il tema della giustizia abbia diviso il Paese in due tra garantisti e giustizialisti, ed è stata la vera sconfitti. Il Paese è di tutti”. Lo ha detto Luca Palamara, annunciando la sua discesa in campo alle politiche del 25 settembre, all’Hotel Baglioni in via Veneto a Roma, e lanciando la sua associazione, ‘Oltre il sistema’. “Quindi è molto semplice: no all’uso politico della giustizia. La mia battaglia di verità continua”.

La crisi di governo, spiega Palamara, è “tipico di quello che accade nei palazzi del potere: spesso prevalgono giochini di palazzo per calcoli elettorali su quello che è il reale interesse dei cittadini. La metà dei cittadini non vota più”. “Io sto ponendo una piattaforma, ho elaborato dei punti programmatici sul versante giustizia che tenga conto delle competenze – ha aggiunto – . Spesso l’incompetenza ha prevalso negli ultimi anni creando dei guasti. Questi punti programmatici, ora sono a disposizioni di tutti”.

Posted by in Senza categoria, 0 comments

ADERISCI A OLTRE IL SISTEMA!

In questa sezione, scaricando e compilando l’apposito modulo, potrete aderire all’Associazione Oltre Il Sistema.
Affinché l’iscrizione venga completata, il modulo dovrà poi essere inviato, con allegato un valido documento d’identità, a questo indirizzo mail: pincopalla@chiarasista

QUI SOTTO IL LINK DI DOWNLOAD MODULO DI ISCRIZIONE:

Posted by in Senza categoria, 0 comments

Luca Palamara sabato 21 maggio alla Spezia per presentare il libro “Lobby e Logge”

Città di La Spezia – Il magistrato Luca Palamara presenta alla Spezia il suo nuovo libro “Lobby e Logge”. Appuntamento sabato 21 maggio alle 18:00 presso il bar De Terminal, lungo la banchina Thaon di Revel. Intervengono il deputato Flavio Di Muro e gli avvocati Roberta Pompei e Maurizio Barabino. Modera il dibattito il giornalista Riccardo Sottanis. L’iniziativa è promossa dal Comitato ‘Io dico Sì’ per il Referendum sulla Giustizia.

Posted by in Senza categoria, 0 comments
“Grafotubrica. Grafia di Luca Palamara: la magistratura nel cuore”

“Grafotubrica. Grafia di Luca Palamara: la magistratura nel cuore”

Da NewTuscia 13 Maggio 2022

Amici e amiche della Graforubrica ieri nel tardo pomeriggio il dottor Palamara ha presentato il suo libro “Lobby&Logge” nel fascinoso setting del castello Orsini di Vasanello e ha acconsentito affinché tramite la sua dedica delineassi grafologicamente il suo profilo di uomo attuale. Durante la presentazione ha rimarcato più volte che ha la magistratura nel cuore e pertanto da qui il titolo dell’articolo.


Spicca nettamente la sua intelligenza analitica e critica (grafia piccola, staccata), il suo autodominio orgoglioso e protetto (barrette delle lettere “t” poste prima dell’asta e ricombinate, lettere “m” e “n” ad arco) e la propensione a voler dire l’ultima parola e a mettere le distanze (tratti finali prolungati), ma oltre ciò andiamo a vedere le qualità umane di chi scrive: la maiuscola del nome è curva con occhielli in un contesto grafico estremamente personalizzato e stilizzato, si pone con eleganza e cordialità verso il prossimo che comunque vive come possibile nemico da fronteggiare, il dottor Palamara è molto più di ciò che mette in mostra.

Nella quotidianità che sta vivendo risulta sentirsi isolato e combattuto anche da chi dovrebbe, a prescindere, stargli accanto per legame affettivo (lettere “i” staccate a bastone, lettere “a” piccole e destrutturate) e da ciò scaturisce una sorta di sofferenza e di ansia (tratto con accumuli di inchiostro e caminetti), ma essendo estremamente originale veicola lo stress per “creare” qualcosa di diverso e di nuovo (ricombinazioni particolari), adattandosi al momento di vita e al periodo come l’acqua che scorre nel fiume per arrivare a mare (rigo di base sinuoso).

Ciò che da grafologa mi ha completamente colpito e conquistato sono le peculiarità di alcune lettere o gruppi di lettere donandomi informazioni importanti da trattare con rispetto, rispetto che esigo anche da chi legge e che può pensarla diversamente sulla “questione Palamara”: la lettera “z” completamente personalizzata e stravolta rispetto al modello calligrafico che rimarca tale voglia di aggrapparsi alla vita e di superare il momento con tenacia e coraggio, coraggio che ha avuto anche nel parlare infatti è un gancio aperto quello che vediamo come lettera “z” che simboleggia la relazione con la vita e il mondo esterno, e il trilittero “sti” della parola “stima” che contiene anche l’unico puntino delle lettere “i” di tutta la dedica, la lettera “s” è semplice e dritta, a mio parere non è stato mai un uomo conquistabile con il danaro, anzi ne ha un rapporto piuttosto sobrio, mentre le lettere “ti” creano un simbolo che lo rappresenta: tenacia e fiducia nelle capacità cerebrali e di dialettica. Dialettica che affida proprio al logos analitico più che all’intuizione e al rapporto con lo spirito (ovali quasi assenti).

Voglio ringraziare il dottor Palamara per essersi prestato a questo articolo con una preghiera di Sant’Agostino a Nostro Signore: “insegnami la dolcezza ispirandomi la carità, insegnami la disciplina dandomi la pazienza e insegnami la scienza illuminandomi la mente”.

Posted by in Senza categoria, 0 comments