Palamara: “Sentito da Procura Perugia e ho chiarito tutto”

Ansa, 22 luglio 2022

Conferma di essere stato sentito ieri dal procuratore di Perugia Raffaele Cantone, davanti al quale dice di avere “chiarito tutti i fatti” a sua conoscenza in relazione alla vicenda del cancelliere della Procura di Perugia, Raffaele Guadagno, l’ex magistrato Luca PALAMARA. L’incontro e’ avvenuto a Roma, alla presenza dei legali dell’ex consigliere del Csm che hanno confermato anche loro lo “svolgimento di un atto istruttorio”. PALAMARA non e’ voluto entrare nel merito della vicenda ma ha spiegato che l’attivita’ svolta dal suo legale rientra “nell’ambito di indagini difensive”. “Ho sempre agito – ha detto, nella convinzione che le procure competenti faranno uscire il reale accadimento dei fatti ed il tentativo di screditamento della mia persona”.
“Il nostro assistito ha chiarito ogni aspetto della vicenda” il commento degli avvocati Benedetto Buratti e Roberto Rampioni, difensori di PALAMARA. “I temi affrontati – aggiungono in una nota – sono noti a livello processuale atteso che sulle anomalie del trojan stanno indagando ben due procure (Napoli e Firenze). Sul fronte della fuga di notizie rileviamo come il dott. PALAMARA sia stato l’unico a denunciare le ripetute violazioni che si sono succedute dal 29 maggio 2019 con denuncia alla Procura di Firenze. Anche questa volta la sua iniziativa e’ stata tempestiva avendo depositato gia’ l’11 luglio 2022 ulteriore
denuncia alla Procura di Firenze. Confidiamo che sia fatta piena luce su tutta la vicenda nell’interesse in primo luogo della giustizia e del nostro assistito”.

Rispondi