Caso Amara, Storari: ” La segretaria di Davigo si è vendicata dando i verbali ai giornali”

Adnkronos, 24 maggio 2022

“Se è lei la responsabile a questo punto è impazzita. Davigo era stato indebitamente estromesso e questa segretaria molto affezionata attribuendo questo a segreti oscuri” magari proprio legati alla presunta loggia Ungheria “facendo una stupidata li ha dati ai giornali, pensando di risolvere il problema”. Una sorta di infedeltà commessa a scopo di fedeltà, il gesto di chi “ha voluto impropriamente vendicarsi”. Così il pm di Milano Paolo Storari testimone assistito (la procura ha fatto appello alla sua assoluzione in primo grado) ha spiegato il gesto di Marcella Contrafatto, ex segretaria dell’allora consigliere del Csm Piercamillo Davigo, indagata a Roma con l’accusa di aver diffuso i verbali degli interrogatori segreti resi dall’avvocato Piero Amara sulla presunta loggia Ungheria. Davigo, imputato a Brescia per rivelazione del segreto d’ufficio, riferisce di quei verbali – ricevuti proprio da Storari che vuole denunciare una presunta inerzia dei vertici della procura di Milano su quel fascicolo – a più persone, cosa che il sostituto oggi in carica alla Dda ha saputo solo tempo dopo. “Abbiamo 7/8 consiglieri che vengono a sapere di queste circostanze, un vice presidente che si prende i verbali, credo che nell’ambito del Csm ci stava pure che ne parlasse con altri, io non ne ho parlato con nessuno”. Per Storari il primo istinto “è andiamo a livello istituzionale” non di parlarne – per un consiglio tecnico – con un collega fidato: “non ci ho pensato e Alberto Nobili (pm di grande esperienza, ndr) me lo rimprovera. Sulle indagini delicate ho una chiusura” e quella sulla presunta associazione lo era, tanto che gli interrogatori di Amara non vengono fatti in procura. A chi gli chiede se è rimasto sorpreso che Davigo ne abbia parlato forse un po’ troppo in giro, anche fuori dal Csm, Storari replica di non aver mai ricevuto scuse: “Ne ho preso atto, ma non gli ho mai chiesto nulla. Ho sempre cercato di mantenere una posizione di autonomia, io non centro con quello che succede a valle, non ne so nulla”, conclude.

Rispondi