Caso Amara, Renzi: “Ermini vice presidente Csm con metodo Palamara”

Agi, 15 Maggio 2022
“Leggo che il vicepresidente del CSM
intende denunciarmi per ciò che ho scritto ne ‘Il Mostro’. Non
vedo l’ora di ricevere l’atto di citazione. Potrò dunque
raccontare – libero da ogni forma di prudenza istituzionale –
tutto cio’ che in questi lunghi anni l’avvocato David Ermini ha
detto, scritto e fatto”. Lo afferma in una nota il leader di
Italia Viva Matteo Renzi. “Egli e’ diventato vicepresidente del
Csm grazie al metodo PALAMARA e io sono uno di quelli che
possono testimoniarlo. Le cene romane di Ermini – fin dalla
scorsa legislatura – sono numerose e tutte verificabili e
riscontrabili. La sua storia da candidato sindaco bocciato a
Figline Valdarno, aspirante consigliere provinciale, poi da
parlamentare e da candidato vicepresidente del CSM – prosegue
l’ex presidente del Consiglio – e’ ricca di aneddoti che sara’
piacevole raccontare in sede civile a cominciare dai numero
scambi di sms di questi anni. Quanto ai verbali ricevuti da
Davigo, e inspiegabilmente distrutti, Ermini avra’ modo di
chiarire in sede giudiziaria il suo operato”, conclude Renzi.

Adnkronos, 15 maggio 2022

“Leggo che il vicepresidente del Csm
intende denunciarmi per ciò che ho scritto ne ‘Il Mostro’. Non vedo
l’ora di ricevere l’atto di citazione. Potrò dunque raccontare –
libero da ogni forma di prudenza istituzionale – tutto ciò che in
questi lunghi anni l’avvocato David Ermini ha detto, scritto e fatto.
Egli è diventato vicepresidente del Csm grazie al metodo PALAMARA e io
sono uno di quelli che possono testimoniarlo”. Così in una nota Matteo
Renzi.
“Le cene romane di Ermini, fin dalla scorsa legislatura, sono
-racconta Renzi- numerose e tutte verificabili e riscontrabili. La sua
storia da candidato sindaco bocciato a Figline Valdarno, aspirante
consigliere provinciale, poi da parlamentare e da candidato
vicepresidente del Csm è ricca di aneddoti che sarà piacevole
raccontare in sede civile a cominciare dai numero scambi di sms di
questi anni. Quanto ai verbali ricevuti da Davigo, e inspiegabilmente
distrutti, Ermini avrà modo di chiarire in sede giudiziaria il suo
operato”, conclude Renzi.


Rispondi