Giustizia, de Nostefarini: “Processi rapidi ma non sbrigativi”

Agi, 07 maggio 2022

Sulla questione giustizia, “abbiamo mosso da tempo critiche motivate alla legge delega gia’ approvata. Dovremo operare affinche’ una maggiore efficienza non si traduca in un sacrificio dell’equita’ e in un diniego di giustizia”. Lo afferma Antonio de Notaristefani al termine oggi dell’ottavo congresso nazionale a Rimini dell’Unione Nazionale delle Camere Civili che lo ha confermato come presidente nazionale. “Il processo civile, che e’ il luogo in cui si tutela la dignita’ e l’indipendenza delle persone, deve avere una durata ragionevole – aggiunge -, non essere sbrigativo. Occorre insistere per fare capire a tutti che una giustizia efficiente richiede piu’ investimenti e piu’ magistrati, e non meno tutele, altrimenti sara’ giustizia sommaria”.

Rispondi