Giustizia, Saitta (M5S): “Ottimo risultato su ergastolo ostativo”

LaPresse – Milano, 22 febbraio

“Ora abbiamo un testo unificato – prosegue Saitta – modificato in base all’approvazione degli emendamenti, che tiene conto delle varie osservazioni sia degli esperti che delle forze politiche. Per noi del Movimento è fondamentale che sia un organo collegiale, e non un singolo magistrato, a decidere sulla richiesta della concessione dei benefici penitenziari per i condannati all’ergastolo per reati legati alla mafia”. Il testo prevede che qualora dall’istruttoria svolta emergano indizi in base a cui il condannato che ha fatto richiesta di accedere ai benefici penitenziari risulti avere ancora collegamenti con la criminalità organizzata o anche il solo pericolo di ripristino di tali collegamenti, spetta al condannato fornire, entro un congruo termine, idonei elementi di prova contraria”, conclude.

Rispondi