GRASSO : “Su Palamara, che dire: mi dedica una citazione che è una medaglia”

(ANSA) – ROMA, 14, febbraio 2022

Giustizia, Grasso: temo corto circuito legge-campagna elettorale

E’ nell’interesse dei magistrati “acquistare la fiducia dei cittadini, ben applica norme che eliminino il correntismo patologico e le cordate per promozioni, nomine, potere”. Lo dice in un’intervista a La Repubblica l’ex procuratore nazionale antimafia ed ex presidente del Senato Pietro Grasso, commentando la riforma Cartabia. L’ex magistrato spera che sulla riforma “ci siano margini di miglioramento, purche’ si proceda sui contenuti e non con senso di rivalsa contro la magistratura”. Grasso teme che “il corto circuito tra riforma, referendum, campagna referendaria e campagna elettorale che spacchera’ la maggioranza di governo possa incendiare il clima a danno possibilita’ di una buona riforma della condivisione” Venendo ai vari punti, il sistema di voto previsto per il Csm, “non, in verita’, le possibilita’ di accordi tra correnti per lo scambio di voti. Si potrebbe allora prevedere un termine, a ridosso del voto, per mutare la composizione dei collegi, con un sorteggio. Sono facilmente individuabili e possono favorire previste e accordi”. Il sorteggio richiesto dalla Lega “per me e’ incostituzionale, e trovo ridicoli gli stratagemmi con cui lo si vuole far rientrare dalla finestra”. Lo stop radicale alle ‘porte girevoli ‘ “lo condivido e lo ripeto da anni. Il magistrato deve apparire imparziale oltre che esserlo”. La degenerazione del correntismo “risale a tanto tempo fa. Malcostume che ha inciso su tutti, per colpa di poche, ma influenti, eccezioni. Su Palamara, che dire: mi dedica una citazione che e’ una medaglia. Conferma che non ho mai smesso di cercare la verita’, rispettando le regole, sulle stragi dei miei amici”.

Rispondi